CONSIGLI PER PULIRE E MANTENERE BELLA NEL TEMPO LA TUA CUCINA

Mantenere la tua cucina richiede pochi e semplici accorgimenti.

Quando pulisci, utilizza sempre panni morbidi non abrasivi.

Ti consiglio di utilizzare anche i panni morbidi in microfibra, grazie ai quali puoi limitare l’uso di detersivi.

Evita di utilizzare detersivi contenti sostanze o polveri abrasive, cloro, solventi, acidi o agenti corrosivi.

Prima di utilizzare qualsiasi tipo detersivo, ti consiglio di provare su una piccola parte dell’ anta, preferibilmente interna, facendo attenzione al risultato.

MATERIALI PER ANTE:SCEGLI LA FUNZIONALITA'

ANTE IN LAMINATO

Ante in laminato HPL - Laminati ad alta pressione.
Sono composte da un pannello rivestito con laminato HPL.
Il laminato HPL è composto da una serie di fogli impregnati con resine fenoliche o melaminiche e da un foglio decorativo i fogli vengono incollati tra loro attraverso una forte pressione e del calore, si crea così uno spessore di circa 1 mm.
Tale laminato viene detto comunemente "formica". Può essere curvato nei lati, in questo modo rende possibile un rivestimento continuo nei due bordi del pannello.

ANTE IN POLIMERICO


Sono composte da un pannello in fibre di legno di media densità (MdF) la cui superficie viene rivestita con un materiale sintetico o PVC di spessore variabile che conferisce al pannello un'estetica gradevole e lo rende altamente resistente alle infiltrazioni dei liquidi e agli urti. Il Laminato Polimerico permette di rivestire in maniera continua sia la faccia frontale dell'anta sia i quattro bordi laterali.
Per manutenzione delle ante in laminato e polimerico si può usare un panno morbido e un prodotto detergente non abrasivo oppure un panno in microfibra. In caso di sporco più resistente, è possibile utilizzare spazzole morbide e spugne con detersivi liquidi non abrasivi o detergenti per vetri con aggiunta di acqua di solito il 50%.
In presenza di macchie da calcare basta usare detergenti contenenti acido acetico, acido citrico, oppure, per le macchie più leggere, acqua tiepida o un po' di aceto in particolare questo per l'acciaio lavelli e piani cottura.
Non utilizazre pagliette in acciaio o di prodotti contenenti creme abrasive o detersivi in polvere.
Il laminato è un materiale che si distingue per l'ottima resistenza a macchie, graffi, infiltrazioni di liquidi e urti. E' semplicissimo da pulire e non richiede nessuna particolare attenzione

ANTE LACCATE

Ante laccate lucide o opache
L'anta laccata è normalmente formata da un pannello in fibre di legno di media densità (MdF), verniciato con vernici poliesteri o poliuretaniche.
La laccatura può essere opaca oppure lucida.
L'anta laccata è più delicata di quella in laminato e polimerico. La qualità di un laccato dipende dalla qualità della sua vernice.
La manutenzione delle ante laccate può essere eseguita con un panno morbido meglio in microfibra e detersivi non abrasivi.
In caso di macchie ostinate può essere utilizzato, solo per i laccati lucidi , l'alcool etilico molto diluito.
Da evitare l'uso di acetone, trielina, e l'uso di creme abrasive o pagliette in acciaio.

Una struttura si dice laccata quando, anziché venire rivestita con uno strato superficiale di legno o laminato viene fisicamente colorata con vernici di vario tipo. Anche le laccature, come i truciolari, hanno fatto negli ultimi anni passi da gigante, sia per praticità che per resistenza ed affidabilità.
Le laccature permettono la scelta fra vasti campionari di colori, permettendo anche, su alcune produzioni, la laccatura a campione.

Aporo aperto

 Una laccatura si dice a poro aperto quando lascia comunque evidenti, sia alla vista che al tatto, le caratteristiche del legno come venature, nodi e, ovviamente, i pori. Viene usata quasi esclusivamente sui mobili dalle linee classiche-country. Vi è una particolare finitura chiamata "decapè" dove, con una tecnica particolare, i pori sono evidenziati da una puntinatura bianca

A poro chiuso

 Una laccatura si dice a poro chiuso quando copre ogni caratteristica ed aspetto del supporto sottostante: per questo motivo sotto ad una laccatura a poro chiuso spesso, ma non sempre, non ci saranno supporti in massello od impiallacciati, perché come si è soliti dire...sarebbe un peccato coprirli. Si possono trovare collezioni che permettono di scegliere fra laccature opache (molto pratiche), laccature lucide e laccature metallizzate (tipo quelle delle automobili).

 

LE ANTE IN LEGNO

Anta impiallacciata e anta in legno massello.
Anta impiallacciata E' costituita da un pannello la cui superficie è rivestita da fogli di "piallaccio". Si tratta di un sottile foglio di legno ottenuto attraverso una tranciatura del tronco. Il pannello su cui viene incollato può essere in particelle di legno o in fibra di legno a media densità.
Anta in legno massello utilizza il legno prelevato direttamente dal tronco dell'albero che viene trasformato in tavole grezze con dimensioni standardizzate . Da queste tavole, tramite lavorazioni specifiche, si ottengono pezzi dalla forma appropriata per essere poi assemblati tra loro così da formare l'anta definitiva.
La tipologia di anta più frequente è quella chiamata a telaio, costituita cioè da due elementi verticali e due orizzontali uniti a incastro. Al centro vi è racchiuso un pannello interno.
Entrambe le tipologie vengono poi sottoposte ad una colorazione ed una verniciatura utile a proteggere il legno e ad ottenere effetti lucidi, opachi a poro aperto.
Per una normale manutenzione delle ante in legno è consigliabile usare un panno umido e soffice. E' possibile usare un panno con un po' di detersivo non abrasivo.
E' da evitare l'uso di alcool, smacchiatori, acetone, trielina, ammoniaca, candeggina e detersivi che contengano candeggina.

 

IL PANNELLO TAMBURATO

Il Tamburato è un materiale composto da un telaio realizzato in legno di Abete o Pioppo, che nel suo interno viene messo in fase di "pressaggio" un materiale chiamato "nido d'ape". (Si tratta di un cartone bucherellato come un nido di ape dello spessore del telaio che abbiamo realizzato, che può variare da cm 1,2 fino a cm 3,3 con tantissimi spessori intermedi). Si usa spesso per le porte.

IL PANNELLO ECOLOGICO

Certified Quality System

Arredamento con pannelli ecologici. L'arredamento di una casa con materiali ecologici contribuisce a risparmiare migliaia di alberi al giorno. Per pannello ecologico si intende un prodotto fabbricato al 100% con legno riciclabile. A garanzia della qualità e dell'origine del prodotto in Italia è presente il Consorzio Pannello Ecologico, che garantisce e tutela il marchio. I pannelli ecologici sono prodotti certificati FSC al 100% in legno riciclato, prodotto attraverso processi a basso consumo di energia. In particolare viene impiegato legno proveniente da pallets, trucioli, mobili vecchi, rami e legno da potatura degli alberi, imballaggi in legno, cassette da frutta e residui di lavorazione del legno. Una volta verificate le caratteristiche qualitative, il materiale viene sottoposto a un processo di selezione e pulitura per separare il legno da qualsiasi altro materiale estraneo. Sono eliminati tutti gli scarti di produzione, come ferro, plastica, carta, vetro. Gli stessi scarti del legno sono utilizzati come combustibile per produrre l'energia elettrica e l'energia tecnica da utilizzare nel ciclo produttivo. Il risultato finale del processo è un pannello in legno, realizzato nel pieno rispetto delle regole del risparmio energetico e del riciclaggio, al 100% in legno riciclato destinato al settore dell'arredamento. Il pannello ecologico può essere utilizzato per realizzare mobili, rivestimenti, allestimenti ignifughi, pareti. Oltre ad essere una scelta sostenibile dal punto di vista ambientale, conserva le medesime caratteristiche di solidità, compattezza e indeformabilità del legno vergine. A differenza di quest'ultimo non richiede tuttavia l'abbattimento degli alberi.